30 maggio 2018

Ho letto Monolith edito da Bonelli - IMPRESSIONE

Pochi giorni fa ho letto Monolith, il romanzo grafico di casa Bonelli scritto da Roberto Recchioni, Mauro Uzzeo e disegnato da LRNZ (Lorenzo Ceccotti). 
Dall'idea originale di Recchioni è stato tratto anche un film uscito nel 2017, ma non ho visto, quindi non ne parlerò.
Vediamo com'è il fumetto.

copertina

La graphic novel "Monolith" è divisa in due parti, la prima uscita nel 2016 e la seconda nel 2017. La versione che ho io è quella che le racchiude entrambe ed è uscita il 12 maggio 2018 (con un po' di fortuna potete ancora trovarla in edicola).
Diciamo fin da subito che si tratta di un fumetto molto particolare, debolissimo dal punto di vista della trama, ma incredibilmente solido dal punto di vista visivo.
Prima di iniziare, quindi, vediamo la sinossi presente sul sito della Bonelli: "Un'automobile all'avanguardia, la più resistente e sicura sul mercato, un gioiello di tecnologia. Ne esistono ancora poche in circolazione. Una di queste, Sandra l'ha ricevuta in regalo dal marito Carl, che vuole il meglio per lei e per il loro amato figlioletto David. E proprio a bordo della Monolith, Sandra e David partono per un viaggio. Ma una volta giunti nel deserto, una serie di sfortunate circostanze creano una situazione drammatica: David chiuso dentro l'auto e Sandra fuori, che deve fare tutto il possibile per salvarlo."

pagine

Vorrei ci fosse dell'altro, ma queste pochissime righe introduttive hanno descritto piuttosto accuratamente tutto ciò che succederà in più di 170 pagine di fumetto.
Non c'è quasi nient'altro, posso assicurarvelo.
Oltre alla storia estremamente stringata, anche i dialoghi sono pochissimi: se si procede con calma, è possibile finire Monolith in 25/30 minuti.
Questo non è affatto un male, anzi, generalmente lo ritengo un pregio. Saper raccontare una storia principalmente per immagini è un lavoro estremamente complicato, ma il risultato positivo non è affatto scontato.
Purtroppo la bellezza sconvolgente dei disegni di LRNZ non basta a colmare la lacuna più grave del fumetto: non succede nulla di interessante.

pagine1

Anche la morale dietro all'opera (o meglio, la morale che ho colto io...) è quantomeno banale.
Il messaggio più palese è quello della tecnologia che, per quanto innovativa, può essere dannosa per l'uomo... sentite anche voi la noia che trasuda questo tema?
Per rendere interessante una questione già trattata miliardi di volte, bisogna costruirci attorno un contesto fresco e dinamico, pieno di input possibilmente poco battuti (o mainstream, ma snocciolati molto bene).
Se, al contrario, il tema viene trattato con una storia fondamentalmente statica, non si fa altro che ammorbare il lettore.

pagine2

Insomma, mi sento di consigliare Monolith solo ed esclusivamente ai curiosi o a chi apprezza i romanzi grafici da leggere rapidamente con dei bei disegni.
Fatemi sapere cosa ne pensate con un commento qui sotto o sui miei social (o cliccando su una delle tre reazioni disponibili)!
Essendo affiliato ad Amazon, se acquistate i prodotti linkati da me in questo articolo, una piccola percentuale andrà al sottoscritto senza alterare il prezzo del prodotto in alcun modo.
Facebook: Gameocracy
Twitter: @kiralgameocracy
Instagram: @gameocracy
Youtube (cantina per i video da usare sul blog): Kiral
Link Affiliazione Amazon: Clicca qui!

18 commenti:

  1. Boh io non l'ho visto in edicola, non so se in fumetteria lo prenderei, non ho letto ottime recensioni a parte la tua

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio, ho detto che la trama è una merda e che i disegni sono belli, non so quanto ottimo sia il mio articolo XD

      Elimina
  2. Grazie! Ti devo qualche spiccio! :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speravo proprio di chiarire le idee agli indecisi XD

      Elimina
  3. Bah, trama inesistente, nessun guizzo, morale sciocca... a che pro?
    Manco sapevo che fosse in due parti... che presunzione farne due capitoli, addirittura! XD

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti!
      La versione che ho io è pure "economica" perché è fatta di materiali normalissimi (niente copertina rigida), mentre le due versioni separate costano, nel complesso, quasi il quadruplo!

      Elimina

  4. Comunque se posso dirlo, il nick LRNZ è qualcosa di veramente brutto. Se il sig. Ceccotti dovesse leggermi, non si offenda.

    Mi hai fatto sorridere Kiral, anche io la penso come te: basta con questo espediente della tecnologia che, mal utilizzata, finisce per nuocere all'uomo. Se penso che questo tema era già presente sui Topolino di quando ero bambino...

    Devo ammettere che la prima recensione letta, credo dal cumbru, mi avev lasciato il dubbio. Il volume era in evidenza nella mia edicola e ammetto di aver pensato all'acquisto. Ma grazie a te, mi tengo gli euri in tasca :D


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche secondo me c'è di meglio, comunque non è un problema ahah

      Già di per sé quel tema è difficile da trattare perché l'hanno fatto tutti, se poi la trama si riassume in una riga, non ci siamo proprio!

      Sì ho letto il suo articolo e probabilmente abbiamo una sensibilità narrativa diversa XD

      Elimina
  5. Con un po' di fortuna? Nell'edicola che frequento arrivati 4, venduti 1.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah wow, beh ottimi risultati dai XD
      Ho scritto "con un po' di fortuna" perché il fumetto è uscito quasi 3 settimane fa e perché non so i dati di vendita :)
      Da me era rimasta una sola copia ;)

      Comunque non mi sembra d'averti mai visto nei commenti, quindi benvenuto su Gameocracy :D

      Elimina
  6. Sono prevenuto su quest'opera lo ammetto. Il problema è che Recchioni è così tanto un personaggio che a volte lo sottovlauto come autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, ma questa volta l'idea è stata sua al 100%, quindi mi sa che si è sopravvalutato XD

      Elimina
  7. Io dico solo che al film un'occasione può essere data ;)

    RispondiElimina
  8. guarda, io non mi aspettavo nulla da questa uscita, infatti la mia copia è rimasta in edicola :) Ma è stata proprio la parte grafica a non attirarmi per nulla, il film invece quando mi capiterà lo guarderò volentieri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capisco, beh i disegni sono molto particolari, o si amano o si odiano XD
      Il film lo guarderò, ma senza aspettarmi nulla ahah

      Elimina
  9. "debolissimo dal punto di vista della trama, ma incredibilmente solido dal punto di vista visivo."

    Ma davvero? Con Recchioni non lo avrei mai detto! 😝
    Concordo sui disegni privi di dialoghi, funzionano alla grande se l'artista ci sa fare, altrimenti, come mi è capitato spesso coi fumetti DC, è solo un modo per diluire la storia.
    Sì, anche io ho sentito la noia del messaggio che si vuole trasmettere!

    p.s. cerco di recuperare un post al giorno, va bene?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Monolith è il classico fumetto che ti leggi in vacanza quando non c'ha voglia di fare nulla e hai un minimo d'abbiocco ahaha

      Vai tranquillo, puoi anche evitare di commentare o metterci mesi a recuperare tutto ahahah

      Elimina